Incentivi Impianti Fotovoltaici

Qual è la situazione degli incentivi per gli impianti fotovoltaici?

Come sfruttare gli incentivi per autoprodurre energia

Sei alla ricerca di informazioni sugli incentivi previsti per gli interventi a favore della realizzazione di impianti fotovoltaici, perché vuoi valutare come risparmiare sui costi di fornitura dell’energia.

Siamo in un momento storico sicuramente molto particolare, perché le crisi geopolitiche in atto hanno fortemente destabilizzato gli equilibri dei mercati di tutte le materie prime e hanno fatto raggiungere livelli proibitivi ai prezzi del settore energetico.

Incentivi Impianti Fotovoltaici

Ora più che mai la scelta di autoprodurre l’energia sfruttando le energie rinnovabili, per soddisfare le esigenze sia di tipo residenziale che industriale, appare una scelta praticamente obbligata.

Per avere risposte complete e affidabili direttamente da tecnici esperti e specializzati nel settore come noi di SAEM, >> Clicca qui << e invia la tua richiesta. Avrai una risposta veloce e più sicura possibile, proprio in conseguenza della variabilità della attuale situazione.

Le informazioni di seguito saranno certamente utili per rispondere alle domande che più spesso vengono poste sull’argomento:

  • Che bonus per fotovoltaico 2022?
  • Che incentivi ci sono per fotovoltaico?
  • Quando scade bonus fotovoltaico 2022?

Sulle agevolazioni per il settore degli impianti fotovoltaici ciò che è necessario sapere è che attualmente sono attive le seguenti misure:

  • Bonus 110% fotovoltaico
  • Detrazione fotovoltaico 50%

In considerazione dell’importanza dell’argomento e degli ulteriori possibili imminenti aggiornamenti, in questo articolo troverai le informazioni sul Bonus 110%. Potrai trovare quelle relative alla Detrazione fotovoltaico 50% nell’articolo successivo.


Bonus 110% Fotovoltaico

Il superbonus del 110% è stato introdotto dal governo attraverso il cosiddetto “Decreto Rilancio” (decreto legge 34/2020 convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020 n.77) che ha previsto incentivi e misure di sostegno all’economia in seguito all’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19.
Con l’ecobonus del 110% si può ottenere una detrazione fiscale del 110% per quanto riguarda le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2022, per determinati tipi di interventi. La detrazione viene spalmata su cinque anni, con cinque rate annuali di pari importo.


Aggiornamenti e proroghe

Con la Legge di Bilancio 2021 il Governo aveva prorogato il Superbonus fino al 30 Giugno 2022 e ha previsto che possano accedere al bonus anche gli impianti fotovoltaici realizzati su strutture pertinenziali agli edifici.

Successivamente la Legge di Bilancio 2022 ha aggiornato le scadenze di questa maxi detrazione. La scadenza del 30 giugno 2022 è infatti stata prorogata in vari casi:

  • fino al 31 dicembre 2022 per gli interventi effettuati da persone fisiche su unità immobiliari
  • fino al 31 dicembre 2023 per gli interventi effettuati dagli IACP ed enti equivalenti, compresi quelli effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all’interno dello stesso edificio, e dalle cooperative a proprietà indivisa
  • fino al 31 dicembre 2025 per gli interventi effettuati dai condomini, persone fisiche proprietarie o comproprietarie di edifici composti fino a 4 unità immobiliari e da ONLUS, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, compresi gli interventi effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all’interno dello stesso condominio o dello stesso edificio interamente posseduto. In questi casi la percentuale di detrazione va a diminuire negli anni: 110% fino al 31 dicembre 2023, 70% nel 2024 e 65% nel 2025.

Per l’impianto fotovoltaico è previsto:

– installazione di impianti solari fotovoltaici

– installazione di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici, sia contestuale che successiva all’installazione degli impianti medesimi


Requisiti

Il primo requisito fondamentale previsto dalla norma per usufruire dell’ecobonus 110% è che l’impianto sia realizzato come “intervento trainato”.

Per la norma sono previsti gli interventi “trainanti” e quelli “trainati”:
– i trainanti sono quelli che possono ottenere la detrazione fiscale del 110%;
– i trainati, per ottenerla, devono essere realizzati insieme ad uno degli interventi trainanti.

Il secondo requisito è che l’impianto sia grid-connected e che l’energia non auto consumata dall’impianto fotovoltaico, o non condivisa per l’autoconsumo, sia ceduta al GSE (Gestore dei servizi energetici).

Il terzo requisito è l’obbligo che, in seguito a questi interventi effettuati sull’immobile, ci sia un guadagno di almeno due classi di efficienza energetica.


Importo massimo detraibile al 110%

L’Agenzia delle entrate, nella circolare 60/E del 28/9/2020 ha precisato che è possibile ottenere il bonus 110% sulle spese

  • fino a 48.000 euro per l’impianto fotovoltaico, con il limite di spesa di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale. In caso di contemporaneo intervento di ristrutturazione, di cui all’articolo 3, comma 1, lettere d, e ed f), del DPR n. 380/2001 il limite di spesa è ridotto a 1.600 euro per ogni kW di potenza nominale;
  • fino a 48.000 euro per le batterie di accumulo, con limite di spesa di 1.000 euro per ogni kWh.
    Queste detrazioni non sono cumulabili con altri incentivi pubblici o altre forme di agevolazione di qualsiasi natura previste dalla normativa europea, nazionale e regionale, compresi i fondi di garanzia e di rotazione e gli incentivi fotovoltaici per lo scambio sul posto.
    La ripartizione della detrazione avviene in 5 anni, con 5 quote annuali di pari importo (per le spese sostenute nell’anno 2022 la detrazione avviene in 4 quote annuali).

Queste detrazioni non sono cumulabili con altri incentivi pubblici o altre forme di agevolazione di qualsiasi natura previste dalla normativa europea, nazionale e regionale, compresi i fondi di garanzia e di rotazione e gli incentivi fotovoltaici per lo scambio sul posto.

La ripartizione della detrazione avviene in 5 anni, con 5 quote annuali di pari importo (per le spese sostenute nell’anno 2022 la detrazione avviene in 4 quote annuali).


In conclusione

Puntare sugli impianti fotovoltaici per soddisfare le esigenze energetiche della propria casa, azienda e comunità, sembra la scelta più giusta, soprattutto in questo momento di grande incertezza.

Noi di SAEM, grazie ad una lunga e consolidata esperienza nel settore, offriamo la garanzia di solidità e continuità necessaria per realizzare il tuo impianto fotovoltaico e per ottenere il massimo dei benefici previsti dalle agevolazioni . >> Clicca qui << e mettiti subito in contatto con noi.

Inoltra subito una richiesta di contatto per ottenere qualunque informazione.

>> Clicca qui <<

e inviaci la tua richiesta

Incentivi fotovoltaico 2024

Incentivi fotovoltaico 2024

Azienda, Impianti industriali

Noleggio operativo fotovoltaico

Noleggio operativo fotovoltaico

Impianti industriali, Impianti residenziali

Inverter fotovoltaico

Le funzioni dell’inverter fotovoltaico

Azienda, Casa